Recensione di eMailChef

Delivery Tech (CA, USA)

eMailChef

Quello dell’email marketing è un campo piuttosto affollato, dominato da alcuni prodotti che per anni hanno stabilito un alto livello d’aspettativa riguardo le funzionalità che possiamo aspettarci da questi servizi. Chi arriva ora in questo campo ha due opzioni: costruire il tipico MVP (minimum viable product, prodotto con le caratteristiche basilari per funzionare) e aggiungere funzionalità nel tempo, puntando a un prodotto di base che interessi agli utenti che, per motivi diversi, non vogliono o non possono usare i servizi che già esistono; oppure entrare in gara cercando di eguagliare da subito le caratteristiche di chi c’è già.
eMailChef ha deciso per una via di mezzo, debuttando con tutte le caratteristiche che ti aspetteresti da un servizio di email marketing professionale e lasciando da parte alcune funzioni di nicchia per il futuro. Pensiamo che sia una mossa intelligente, che li ripagherà nel breve periodo.

Usabilità

eMailChef ci ha colpiti per la semplicità d’uso e il suo design, fin dall’inizio. Con pochi passaggi, molto semplici, aiuta l’utente a impostare un account. Gli sviluppatori hanno seguito l’esempio del Material design di Google, ed è un’ottima scelta: l’aspetto di eMailChef è unico in mezzo agli altri servizi di email marketing, con colori nitidi e un’interfaccia squadrata, nella quale è impossibile perdersi durante la fase di impostazione.
Dalla dashboard si può accedere a tutto ciò che è necessario, dalle liste alle campagne ai report alla gestione dell’account; tutte le sezioni della dashboard possono essere riordinate, o anche cancellate, secondo i vostri gusti: non c’è una visualizzazione imposta. Se non avete ancora affrontato certe parti delle vostre campagne, eMailChef vi guiderà prontamente attraverso ogni procedura con un testo intelligente.

Food-themed copy is usual in eMailChef.

eMailChef vi guiderà passo passo durante la creazione della campagna.

Caratteristiche

eMailChef assomiglia a un tipico servizio di email marketing: vi offre la possibilità di organizzare liste di spedizione, spedire campagne di email marketing, creare i vostri template per le campagne, o moduli di registrazione, programmare email automatizzate che vengano spedite soltanto in se si verificano particolari condizioni o azioni. eMailChef è stato lanciato da poco, pertanto come serie di funzionalità è notevole. Gli utenti professionali possono sbizzarrirsi a programare autoresponders, per automatizzare le comunicazioni in poche mosse. Potete indirizzare gli autoresponder a segmente specifici, anziché liste intere.
La segmentazione delle liste è significativa, da quant’è semplice da utilizzare. Inoltre, eMailChef insiste molto sulla legittimità delle vostre comunicazioni, e da parte nostra appreziamo molto tutte le precauzioni cui hanno pensato perché ogni utente sia rispettoso del CAN-SPAM Act: nonostante stiano soltanto implementando delle leggi americani ed europee, lo fanno in maniera attiva e puntuale, e ci ha positivamente colpiti.

Supporto

eMailChef prevede il supporto ai clienti attraverso la documentazione sul sito, e una lista di domande frequenti piuttosto complete; così come diversi suoi concorrenti, a complemento del sito ci sono guide e consigli per la più corretta creazione delle newsletter. C’è ovviamente anche un sistema di ticket di supporto. Sulla dashboard è presente un’area notifiche, nella quale vengono visualizzati aggiornamenti sul servizio.

Ready to send your campaign?

Pronti a spedire la vostra campagna?

Prezzo

eMailChef riesce a farsi notare anche per il prezzo, avendo stabilito il costo più basso per l’account base, rispetto ad altri servizi. Potete iscrivervi gratuitamente e avere un massimo di 500 contatti e un numero illimitato di email; i prezzi aumentano fino a 440€ al mese per avere più di un milione di email da spedire ogni mese. Ogni piano ha un nome relativo al cibo: il piano gratuito è un “appetizer”, quello da 10€/mese è la “colazione”, e così via fino al più costoso, “gala dinner” – questi riferimenti al cibo sono diffusi ovunque nel servizio. C’è anche un’opzione “à la carte”. Scegliendo un piano annuale permette di risparmiare due mesi di costo.

Risultati del test di deliverability

96.2%
Delivered

Per mettere alla prova il tasso di consegna di eMailChef abbiamo creato una lista da 500 contatti, inserendovi alcuni tra i più comuni provider di email gratuite come Yahoo e Gmail. Dopodiché abbiamo testato il servizio spedendo una campagna creata per l’occasione come se fosse una campagna di email marketing legittima. eMailChef ci ha sopreso, ottenendo uno stupefacente 96,2%, ben al di sopra dei concorrenti. Segmentare i contatti è un’altra funzione che eMailChef svolge alla perfezione, permettendoci di creare un segmento con pochissimi click.

Conclusioni

Se sottolineaiamo i difetti di eMailChef, è solo perché siamo convinti che crescerà con regolarità e in profondità, dal momento che è stato lanciato senza un sistema di automazione complesso, o la condivisione della campagna sui social network, o un’anteprima di come verrà vista la vostra campagna dai destinatari. Se siete abituati ai suoi concorrenti, sicuramente più sviluppati, non vi sembrerà abbastanza completo, ma è la strada giusta da prendere. Aspettiamo il prossimo aggiornamento, ma siamo già fan.

ACCU-RATE:
Usabilità: 9 /10 Velocità: 9 /10 Funzioni: 8.5 /10 Supporto: 9 /10 Prezzo: 9 /10

Scrivi una recensione

Come valuti questo prodotto?

L'indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *

Pubblicando questa recensione, garantisci che aderisce agli standard di Accurate Reviews. Teniamo molto alla tua privacy.