Come la tecnologia semplifica le assunzioni

Fonte

Le aziende sono costrette a muoversi rapidamente quando si tratta di reclutare nuovi dipendenti per colmare i vuoti occupazionali.
Tuttavia, le crescenti esigenze del processo di reclutamento possono richiedere un notevole sforzo da parte dei professionisti delle risorse umane, tanto che Forbes ha rilevato che il 98% dei professionisti ha vissuto un periodo di burnout. Durante la pandemia, in particolare, i dipartimenti delle risorse umane hanno dovuto affrontare le sfide della trasformazione in assetti ibridi e del rafforzamento del coinvolgimento dei dipendenti.
L’utilizzo della tecnologia per snellire i processi di assunzione può quindi alleggerire il carico dei professionisti delle risorse umane, portando a un ambiente di lavoro più sano ed efficiente.

Bacheche di lavoro online

Conosciute anche come portali di reclutamento, le job board sono siti web in cui i datori di lavoro possono pubblicare e pubblicizzare le proprie offerte di lavoro. Mentre i siti tradizionali come Indeed e Glassdoor possono raggiungere un ampio bacino di candidati, le job board di nicchia sono un’opzione valida per rivolgersi a chi cerca lavoro in settori specifici come vendite, marketing o pubblicità.
Le job board possono alleggerire il carico di lavoro del reclutamento grazie ai loro sistemi di filtraggio avanzati, che fanno coincidere i requisiti del lavoro con le credenziali dei candidati. Per promuovere efficacemente gli annunci di lavoro, i responsabili delle assunzioni devono creare titoli chiari e utilizzare parole chiave che siano attraenti e riflettano le responsabilità e i vantaggi principali.

Sistemi di tracciamento dei candidati

La lettura dei curriculum e il monitoraggio dei candidati possono essere noiosi e richiedere molto tempo, ma i sistemi di tracciamento dei candidati (ATS) aiutano i selezionatori a gestire digitalmente l’intero processo di assunzione. L’utilizzo di un ATS può automatizzare i flussi di lavoro dallo screening all’accettazione dell’offerta di lavoro.
La nostra recensione di The Application Manager (TAM) illustra come questo particolare ATS sia in grado di gestire facilmente una grande quantità di candidati attraverso selezioni drag-and-drop e ricerche rapide. TAM può essere sincronizzato con i calendari di lavoro, le email e i canali dei social media per un’esperienza utente senza soluzione di continuità. Raccoglie anche feedback e valutazioni, particolarmente utili per i selezionatori che cercano di valutare e migliorare i processi di assunzione in base alle recensioni dei candidati.

Prove e colloqui virtuali

Stare al passo con le richieste del mercato del lavoro post-pandemia significa anche decentralizzare la forza lavoro, in alcuni casi includendo i talenti globali. Tuttavia, una rete più ampia è destinata a portare a un bacino di candidati più ampio, che richiede quindi maggiori sforzi e risorse.
Un rapporto di LHH sulla riduzione dei processi di assunzione rileva che il 56% delle organizzazioni intervistate è in grado di risparmiare tempo e di mantenere i rigorosi standard di reclutamento attraverso selezioni e colloqui virtuali. Le organizzazioni possono così rimanere competitive senza compromettere la qualità dei nuovi assunti. Le piattaforme di videoconferenza come Zoom e Microsoft Teams possono essere un’alternativa ai colloqui di persona, anche se i datori di lavoro devono ricordarsi di bilanciare le interazioni personali e virtuali per mantenere le loro strategie di assunzione efficaci e coinvolgenti.

Chatbot

Per conversare con i candidati, senza perdere tempo in altre attività di reclutamento, si possono utilizzare i chatbot. I reclutatori possono utilizzare i chatbot guidati dall’intelligenza artificiale per automatizzare le risposte a domande predeterminate, rendendole disponibili per il candidato in qualsiasi momento e ovunque.
Un articolo di Business Wire sui chatbot afferma che si tratta del metodo di maggior successo per contattare e comunicare con i candidati, secondo il 36% dei professionisti delle risorse umane intervistati. Oltre a rispondere ai dubbi dei candidati e ad accelerare il processo dalla candidatura all’onboarding, i chatbot possono anche essere progettati per programmare i colloqui e inviare aggiornamenti in tempo reale. I chatbot gestiscono quindi sia gli aspetti logistici che quelli comunicativi del processo di reclutamento. I reclutatori devono tenersi aggiornati sugli ultimi sviluppi della gestione della forza lavoro e delle soluzioni. Indipendentemente dalle tecnologie all’avanguardia integrate nei processi di assunzione, è essenziale rimanere sempre focalizzati sulle persone.

Le piattaforme digitali e i software non esistono per sostituire le capacità o le competenze dei selezionatori umani. L’uso della tecnologia ha lo scopo di migliorare l’esperienza dei datori di lavoro e dei candidati. Integrando processi di assunzione efficienti con benefit competitivi, percorsi di carriera ed equilibrio vita-lavoro, le aziende aumentano le possibilità di assumere e trattenere i migliori talenti.

Posted in:

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *